Le Voci Umane ; les Voix Humaines PDF

Le Voci Umane ; les Voix Humaines PDF

Viene considerato come il grande tenore per eccellenza, grazie all’inconfondibile suggestione di uno strumento vocale unico. Targa commemorativa sulla casa dei coniugi Caruso a Le Voci Umane ; les Voix Humaines PDF Matese.


Dopo aver frequentato le scuole regolari, a dieci anni andò a lavorare col padre in fonderia, ma sotto l’insistenza della madre si iscrisse a una scuola serale, dove scoprì di essere portato per il disegno: iniziò a elaborare progetti di fontane per l’officina dove lavorava. Nel frattempo qualcosa stava crescendo in lui: la sua voce. Nel 1888 la madre morì di tubercolosi e poco tempo dopo il padre si risposò con Maria Castaldi. Caruso posa accanto a un elegante grammofono modello Victrola. Oltre a cantare nel coro della chiesa, Enrico fece qualche apparizione in spettacoli teatrali. La sua voce nel frattempo si era irrobustita e le piccole rappresentazioni cominciarono a non bastargli più.

Nel 1894 Caruso venne chiamato alle armi, ma dopo solo un mese e mezzo, grazie alle leggi in vigore a quel tempo e a un maggiore che era amante della musica, venne congedato e mandato a casa per permettergli di continuare a cantare e a studiare. Iniziò a esibirsi nei teatri di Caserta, Napoli e Salerno, e fece la sua prima esibizione all’estero al Cairo, percependo 600 lire per un mese di lavoro. La vita mi procura molte sofferenze. Quelli che non hanno mai provato niente, non possono cantare. Nel luglio 1899 fu Parpignol nella prima rappresentazione nel Royal Opera House, Covent Garden di Londra di La Bohème di Giacomo Puccini. Le cronache del 31 dicembre 1901 e del 5 gennaio 1902 su Il Pungolo, il quotidiano che seguiva la vita teatrale di Napoli, riportano in realtà dell’emozione che irretì il tenore nel primo atto, rotta dagli applausi sempre crescenti fino alla richiesta del bis. Aria dall’opera La Forza del Destino, cantata Enrico Caruso.

Comments are closed.